1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto - Testata per la stampa
Contenuto della pagina

IMU 2013 e MINI IMU

Informazioni generali

  • COSA E': l'IMU (Imposta Municipale o Imposta Municipale Unica) è l'imposta municipale sugli immobili introdotta in Italia nel 2011 con il decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, con applicazione a partire dal 2014, poi anticipata al 2012 dal decreto "Salva Italia" noto anche come Manovra Monti (decreto legge. n. 201/2011, convertito con la legge 22 dicembre 2011, n. 214).
  • A CHI RIVOLGERSI PER INFORMAZIONI:Ufficio entrate, tributi.
  • PER ULTERIORI INFORMAZIONI: http://www.amministrazionicomunali.it/imu/news.html.
 

Mini IMU: Versamento residuale saldo IMU 2013 entro il 24/01/2014

  • Il D.L. n° 133/2013 all'articolo 1, comma 5, dispone che per i comuni che hanno adottato una aliquota maggiore rispetto a quella standard (4 per mille per l'abitazione principale e 7,6 per mille per gli altri immobili) per gli immobili per i quali è stata introdotta l'abolizione della rata di saldo IMU 2013, entro il 24 gennaio 2014 il contribuente dovrà effettuare un versamento integrativo pari al 40% dell'imposta calcolata per differenza tra l'imposta dovuta sulla base dell'aliquota adottata e l'imposta dovuta sulla base dell'aliquota standard corrispondente, cosiddetta "mini IMU".
  • Così, ad esempio, per gli immobili qualificati come abitazione principale e per i quali il Comune ha adottato l'aliquota del 5,4 per mille occorrerà determinare la differenza d'imposta dovuta tra quella dovuta con l'aliquota al 5,4 per mille e quella dovuta con l'aliquota al 4 per milletenendo conto, per i conteggi effettuati con le diverse aliquote, delle detrazioni d'imposta vigenti. Della differenza così determinata si dovrà versare la quota del 40% entro il 24 gennaio prossimo.
  • Medesimo discorso vale per i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti ed imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola per i quali l'aliquota adottata dal Comune è pari al 9,00 per mille mentre l'aliquota standard è pari al 7,6 per mille, anche in tal caso della differenza d'imposta calcolata con riferimento alla due aliquote occorrerà versare il 40% entro il 24 gennaioprossimo.
  • Se ci si è dimenticati di pagare, è possibile - da domani - utilizzare ilravvedimento operoso
  • calcola la Mini IMU

SALDO 2013

Il 30 Novembre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge (DL 30 Novembre 2013, n. 133) che conferma la cancellazione della seconda rata IMU per le seguenti categorie di immobili:

  • abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un'unità per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6, C/7), esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
  • abitazione coniugale assegnata ad uno dei coniugi a seguito di separazione legale e divorzio (art.1 comma 1 lettera b);
  • abitazione di personale appartenente alle Forze Armate (art.1 comma 1 lettera c);
  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli IACP o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP;
  • i terreni agricoli, nonché quelli non coltivati, di cui all'articolo 13, comma 5, del decreto-legge n. 201 del 2011, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola;
  • i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 13, comma 8, del decreto-legge n. 201 del 2011.
 

NOTA BENE:

  • non rientrano nella cancellazione i terreni non previsti dai precedenti riferimenti normativi.
  • Per tutte e altre tipologie: il versamento della rata di saldo IMU per l'anno d'imposta 2013, dovrà essere effettuato sulla base delle aliquote comunali 2012 adottate con delibera di Consiglio Comunale del 24/10/2012 n.37, con conguaglio annuo sulla rata d'acconto entro il 16/12/2013
 

Acconto 2013

Il recente Decreto Legge n° 54 pubblicato sulla Gazzetta.Ufficiale n° 117 del 21/05/2013 (vedi sotto) ha disposto la cancellazione della rata di acconto IMU 2013 per le seguenti tipologie di immobili:

  • abitazione principale e pertinenze, con esclusione dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 per i quali l'imposta è dovuta secondo le ordinarie modalità;
  • unità immobiliari appartenenti a cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e pertinenze dei soci assegnatari; alloggi regolarmente assegnati dagli ex IACP;
  • terreni agricoli e fabbricati rurali;
  • Si informa, altresì, che dal corrente anno 2013 non è più dovuta la quota d'imposta a favore dello Stato per tutti gli immobili diversi da quelli classificati nella categoria catastale D.
  • Per gli immobili classificati nella categoria catastale D, l'articolo 1, comma 380, lettera f, Legge n° 228/2012, ha disposto che è riservata allo Stato l'imposta calcolata con aliquota del 7,6 per mille, mentre al Comune è riservata la differenza d'imposta calcolata applicando l'aliquota desunta dalla differenza tra l'aliquota vigente deliberata ed utilizzabile per la rata d'acconto ed il 7,6 per mille riservato allo Stato.
  • Il versamento della rata d'acconto, di ammontare pari al 50% dell'imposta annua, dovrà essere effettuato entro il 17 giugno 2013 edovrà essere effettuato sulla base della aliquote comunali in vigore per l'anno 2012 come riportate più sotto.
 

Aliquote IMU 2012

Tipologia affitti e fabbricati
Aliquote
AFFITTI
7,6 per mille
AFFITTI CONCORDATI
7,6 per mille
COMODATI GRATUITI
7,6 per mille
SFITTE E/O A DISPOSIZIONE + INAGIBILI/INABITABILI + FABBRICATI INTERESSE STORICO E ARTISTICO
10,6 per mille
AREE FABBRICABILI
9,00 per mille
ALTRI FABBRICATI
9,00 per mille
Codici tributo da utilizzare per il versamento dell'acconto 2013 con modello F24
  • Codice Comune: C218
  • 3916: IMU aree fabbricabili Comune
  • 3918: IMU altri fabbricati Comune (escluse categorie catastali D)
  • 3925: IMU immobili gruppo catastale D (produttivi) Stato
  • 3930: IMU immobili gruppo catastale D (produttivi) Comune
  • leggi anche qui : Tabella IMU e altri contrbuti comunali

Per mera informazione si elencano di seguito le aliquote IMU 2012

Tipologia
Aliquote
ABITAZIONE PRINCIPALE+PERTINENZE
(cancellazione 1 e 2 rata IMU 2013 con pagamento del 40% differenza tra aliquota comunale e aliquota base)
DL 30/11/2013, n. 133
5,4 per mille
ANZIANI E RESIDENTI ESTERO
(cancellazione 1 e 2 rata IMU 2013 con pagamento del 40% differenza tra aliquota comunale e aliquota base)
DL 30/11/2013, n. 133
5,4 per mille
SEPARATI/ DIVORZIATI
(cancellazione 1 e 2 rata IMU 2013 con pagamento del 40% differenza tra aliquota comunale e aliquota base)
DL 30/11/2013, n. 133
5,4 per mille
TERRENI AGRICOLI+AGRICOLI CONTADINI
(la cancellazione vale solo per i terreni posseduti e condotti dai coltivatori diretti e imprenditori agricoli iscritti alla previdenza agricola)
9,00 per mille
RURALI
(la cancellazione vale solo per i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 13, comma 8, del decreto-legge n. 201 del 2011)
2,00 per mille
DETRAZIONE ABITAZIONE PRINCIPALE
€ 200,00
DETRAZIONE FIGLI (età non superiore ai 26 anni) valida per l'anno 2012 e 2013
€ 50 per figlio con un massimo di € 400
Per conoscere le aliquote di tutti i comuni...
 

Coefficenti

  • R.C. = Rendita Catastale x 1,05 (maggiorazione)
  • Valore Imponibile:
  • R.C. x 160 (categorie catastali A - C/2 - C/6 - C/7)
  • R.C. x 140 (categorie catastali B - C/3 - C/4 - C/5)
  • R.C. x 80 (categorie catastali A/10 - D/5)
  • R.C. X 65 (categorie catastali D)
  • R.C. x 55 (categoria catastale C/1)
  • PER I TERRENI AGRICOLI: (sospensione della rata di acconto IMU 2013 )
  • R.D. = Reddito Dominicale x 1,25 (maggiorazione)
  • Valore Imponibile:
  • R.D. x 135
  • R.D. x 110 (solo se il terreno è utilizzato da coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale iscritti nella previdenza agricola)
  • PER LE AREE FABBRICABILI:
  • L'imposta va calcolata sulla base del valore venale in comune commercio al primo di gennaio.
  • I valori orientativi di mercato sono disponibili rivolgendosi all'Ufficio Tributi, oppure su VALORI ORIENTATIVI AREE
 

ATTENZIONE!

SI RICORDA CHE IL PERSONALE DELL'UFFICIO TRIBUTI NON PUO', IN NESSUN CASO, EFFETTUARE CONTEGGI DELL'IMPOSTA DOVUTA DAL CONTRIBUENTE.IL SOGGETTO TENUTO AL VERSAMENTO DELL'IMPOSTA DOVRA' EFFETTUARE IL CALCOLO IN MODO AUTONOMO O AVVALENDOSI DI PROPRI CONSULENTI DI FIDUCIA.

 

Dichiarazioni IMU

E' STATA PROROGATA LA SCADENZA DELLA DICHIARAZIONE IMU 2012 AL 30/06/2013.LA SCADENZA PER ANNI SUCCESSIVI E' IL 30 GIUGNO DELL'ANNO SUCCESSIVO A QUELLO IN CUI IL POSSESSO DEGLI IMMOBILI HA AVUTO INIZIO O SONO INTERVENUTE VARIAZIONI RILEVANTI AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DELL'IMPOSTA.

 
 

Agevolazioni (riduzioni di aliquota):

  1. agevolazione aliquota affitti canone libero
  2. agevolazione aliquota affitti canone concordato e/o transitorio
  3. agevolazione aliquota affitti canone sostenibile
  4. agevolazione aliquota comodato gratuito parenti 1° grado (genitori/figli)
  5. agevolazione aliquota anziani o disabili
  6. agevolazione aliquota residenti estero
  7. agevolazione aliquota separati e/o divorziati
 

Riduzioni di imponibile:

  1. riduzione di imponibile per immobili inagibili e/o inabitabili
  2. riduzione di imponibile per immobili di interesse storico ed artistico
 

Informazioni finali


Modulistica e regolamenti