1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto - Testata per la stampa
Contenuto della pagina

TARI anno 2016

Informazioni varie

  • COSA E':  La tassa sui rifiuti (TARI) è stata istituita dalla Legge n. 147 del 27 Dicembre 2013, commi 639 e ss., decorre dal 01 Gennaio 2014 e sostituisce il prelievo vigente fino al 31 Dicembre 2013 (TARES e T.I.A.). Rappresenta la componente, relativa al servizio rifiuti dell'Imposta Unica Comunale (IUC) ed è destinata a finanziare integralmente i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a carico dell'utilizzatore.
  • COME E' DETERMINATA:  Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.  Per l'applicazione della TARI si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini dei precedenti prelievi sui rifiuti. Relativamente all'attività di accertamento, il Comune, per le unità immobiliari iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano, può considerare come superficie assoggettabile  alla TARI quella pari all'80 per cento della superficie catastale determinata secondo i criteri stabiliti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998, n. 138.
  • SCADENZA:
  • 1^ rata, scadenza 30/06/2016, è liquidato l'eventuale saldo, positivo o negativo,dell'anno precedente e l'acconto relativo al periodo gennaio - giugno;
  • 2^ rata, scadenza di pagamento 30/11/2016,  è liquidato l'acconto relativo al periodo luglio -dicembre.
  • Il saldo tariffario a conguaglio sarà effettuato nella prima rata dell'anno successivo.

Dove rivolgersi

  • per garantire la continuità del servizio la gestione e la riscossione della TARI è stata riconfermata all'ente erogatore del servizio e cioè l'IrenEmilia.
  • Allegato di seguito, l'atto di affidamento del servizio.

Ulteriori informazioni

AGEVOLAZIONI

Art. 9 - Agevolazioni

1. Il Comune può sostituirsi al contribuente nel pagamento totale o parziale deltributo nei seguenti casi:
a) utenze domestiche attive, costituite da persone assistite economicamente dalComune ed individuate, anche per categorie, con apposito atto;
b )utenze a favore delle quali il Comune ritenga di avvalersi della facoltà diprevedere agevolazioni e/o esenzioni, parziali o totali.
Nello specifico si stabiliscono le seguenti agevolazioni:
a) esenzione totale del tributo per l'abitazione occupata da persone assistitepermanentemente dal Comune per disagiate condizioni socio/economiche attestatedall'Area Sociale e Socio-sanitariadel Comune;
b) riduzione del 25% sia per la parte fissa che per la parte variabile dellatariffa delle utenze domestiche per le abitazioni occupate da nuclei familiaricon un massimo di n. 2 componenti ed un reddito complessivo lordo da lavorodipendente o di pensione non superiore a € 7.746,85 se unico occupante ed € 13.169,65 se due componenti;
c) riduzione del 25% sia per la parte fissa che per la parte variabile dellatariffa delle utenze domesticheper le abitazioni occupate da nuclei familiari con la presenza di portatori di handicap (con invalidità civile al 100%) ed un reddito complessivo lordo da lavoro dipendenteo di pensione non superiore a € 7.746,85 se unico occupante, con l'aggiunta di€5.422,80 lorde per ogni ulteriore componente;
d) riduzione del 25% sia per la parte fissa che per la parte variabile dellatariffa delle utenze domestiche per le abitazioni occupate da nuclei familiaricomposti da 6 o più componenti ed un reddito complessivo lordo da lavorodipendente o di pensione non superiore a €28.921,59 nel caso di sei componenticon l'aggiunta di € 4.389,88 per ogni ulteriore componente.

Art. 10 - Cumulabilità di riduzioni ed agevolazioni
1. In nessun casola somma delle riduzioni e delle agevolazioni ottenibili sia dalle utenzedomestiche che non domestiche, su base annua, può superare la soglia del 70%deltributo dovuto

 

RIDUZIONI ED ESENZIONI:

Art. 8 -Riduzioni ed esenzioni
1.Il tributo è ridotto al 40%, sia per la quota fissa che per la quota variabiledella tariffa, nei casi in cui il servizio di gestione dei rifiuti siaistituito od attivato, ma la distanza del punto più vicino di raccolta per lefrazioni "secco ed organico"superi i 500 metri,restando escluse dal calcolo delle distanze i percorsi su proprietà privata.
2. L'interruzionetemporanea del servizio di gestione dei rifiuti per motivi sindacali o per imprevedibiliimpedimenti organizzativi non comporta esonero o riduzione della tariffa. Nelcaso in cui tale interruzione superi la durata continuativa di 30 gg.lavorativi, e ciò abbia determinato una situazione riconosciuta dall'autoritàsanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all'ambiente, il tributoè dovuto applicando alla parte variabile della tariffa una riduzione di 1/12(un dodicesimo) per ogni mese di interruzione.
3. A favore delleutenze domestiche che dichiarano di provvedere al compostaggio domestico, èconcessa una riduzione pari al 20% per la quota variabile e quota fissa della tariffa,da applicarsi in sede di versamento a conguaglio. Per beneficiare dellariduzione il contribuente è tenuto alla presentazione, a pena di decadenza, diapposita dichiarazione all'ente gestore del servizio, che potrà verificare l'effettivoutilizzo di tale modalità di smaltimento.
4. Per i locali ele aree delle utenze non domestiche, adibiti ad attività stagionali e periodichee, pertanto, occupati o detenuti in modo non continuativo ma ricorrente e perun periodo complessivo nel corso dell'anno non superiore a sei mesi, risultantedal titolo autorizzativo dell'attività, si applica la tariffa della categoriacorrispondente. Il tributo viene calcolato secondo le modalità di cui ai commi3 e 4 dell'art. 15.
5.Peri locali e le aree delle utenze domestiche non residenti che vengono occupati odetenuti in modo non continuativo ma ricorrente è prevista l'applicazione di uncoefficiente di riduzione del tributo pari al 30% sia sulla parte fissa chesulla parte variabile della tariffa.
6. Per le utenze nondomestiche il tributo e'ridotto, per la sola quota variabile, proporzionalmente alle quantità dirifiuti assimilati che il produttore, mediante esibizione dei formulari oattestazione rilasciata dal soggetto che effettua l'attività di recupero, comprovadi avere avviato al recupero medesimo.
La quotavariabile del tributo non è dovuta per la parte che si ottiene applicando altotale della stessa la percentuale corrispondente al rapporto tra la quantitàdi rifiuti assimilati effettivamente avviati al recupero e la relativa quantitàcomplessiva sulla base dei coefficienti di produzione per la specificacategoria.
La riduzione, che comunque potrà essere determinata fino al60% della parte variabile del tributo, è calcolata sulla base della quantitàeffettivamente avviata al recupero, rapportata ai coefficienti di produzioneper la specifica categoria. Nel calcolo si considerano esclusivamente i rifiuti assimilati agliurbani avviati al recupero senza avvalersi del servizio pubblico ed a cura espesa del produttore
7.Peri soggetti esercenti attività agrituristiche, per le quali sia comprovatal'autorizzazione all'attività limitata nell'anno, è riconosciuta una riduzionedella parte variabile pari ad 1/365 del tributo dovuto per ogni giorno in cuil'attività è esclusa.
8. Alle utenze non domestiche inattive o conaccertata sospensione di attività o non ancora iniziata attività, è concessauna riduzione pari al 100% della parte variabile della corrispondente tariffadel tributo. Tale situazione dovrà essere comprovatamediante presentazione di appositadocumentazione attestante la condizione di inutilizzo dei locali. La riduzionesarà riconosciuta per un periodo massimo di 6 mesi e potrà essere rinnovata afronte di presentazione di nuova richiesta documentata.
9.Pergli esercizi commerciali, artigianali e per le attività assimilabili allemedesime, perchè basate anch'esse sul richiamo della clientela effettuato conl'apposito allestimento dello spazio vetrina, è prevista la riduzione al 50%del tributo, sia per la quota fissa che per la quota variabile se situati inzone con limitazioni al traffico o con viabilità a senso unico o alternato,ovvero in piazze ed aree pedonali ove si riscontrino limitazioni allafruibilità degli spazi pubblici, a causa dello svolgimento di lavori per larealizzazione di opere pubbliche che si protraggono per oltre sei mesi. Ladurata delle opere fa riferimento alla data di inizio e chiusura del cantiere.
10.Aicontribuenti che esercitano, a titolo principale, attività di Bar, gelateria oattività di commercio al dettaglio di prodotti del tabacco, già in possesso delriconoscimento Slot freE-R rilasciato dal Comune di Castelnovo di Sotto, chenon hanno installato e non installeranno apparecchi di video poker, slotmachine, videolottery o altri apparecchi con vincita in denaro, è applicata unariduzione del 20% sia sulla parte variabile che sulla parte fissa della tariffadel tributo.
11. A favore delle utenze domestiche checonferiranno specifiche tipologie di rifiuti differenziati presso i Centri diRaccolta Rifiuti, o nei luoghi che saranno all'uopo predisposti, sarannoriconosciute apposite riduzioni tariffarie. Tali riduzioni saranno definite equantificate annualmente con apposito atto deliberativo, contestualmente alladeliberazione di approvazione delle tariffe.

 

Note


Modulistica e regolamenti