1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto - Testata per la stampa
Contenuto della pagina

TARI anno 2017

Informazioni varie

  • COSA E':  La tassa sui rifiuti (TARI) è stata istituita dalla Legge n. 147 del 27 Dicembre 2013, commi 639 e ss., decorre dal 01 Gennaio 2014 e sostituisce il prelievo vigente fino al 31 Dicembre 2013 (TARES e T.I.A.). Rappresenta la componente, relativa al servizio rifiuti dell'Imposta Unica Comunale (IUC) ed è destinata a finanziare integralmente i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a carico dell'utilizzatore.
  • COME E' DETERMINATA:  Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.  Per l'applicazione della TARI si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini dei precedenti prelievi sui rifiuti. Relativamente all'attività di accertamento, il Comune, per le unità immobiliari iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano, può considerare come superficie assoggettabile  alla TARI quella pari all'80 per cento della superficie catastale determinata secondo i criteri stabiliti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998, n. 138.
  • SCADENZA:
  • 1^ rata, scadenza 30/06/2017, è liquidato l'eventuale saldo, positivo o negativo,dell'anno precedente e l'acconto relativo al periodo gennaio - giugno;
  • 2^ rata, scadenza di pagamento 30/11/2017,  è liquidato l'acconto relativo al periodo luglio -dicembre.
  • Il saldo tariffario a conguaglio sarà effettuato nella prima rata dell'anno successivo.

PIANO FINANZIARIO E TARIFFE ANNO 2017

  • per garantire la continuità del servizio la gestione e la riscossione della TARI è stata riconfermata all'ente erogatore del servizio e cioè l'IrenEmilia.
  • Allegato di seguito, l'atto di affidamento del servizio.

Ulteriori informazioni

AGEVOLAZIONI

Art. 9 - Agevolazioni

1. Il Comune può sostituirsi al contribuente nel pagamento totale o parziale deltributo nei seguenti casi:
a) utenze domestiche attive, costituite da persone assistite economicamente dalComune ed individuate, anche per categorie, con apposito atto;
b )utenze a favore delle quali il Comune ritenga di avvalersi della facoltà diprevedere agevolazioni e/o esenzioni, parziali o totali.
Nello specifico si stabiliscono le seguenti agevolazioni:
a) esenzione totale del tributo per l'abitazione occupata da persone assistitepermanentemente dal Comune per disagiate condizioni socio/economiche attestatedall'Area Sociale e Socio-sanitariadel Comune;
b) riduzione del 25% sia per la parte fissa che per la parte variabile dellatariffa delle utenze domestiche per le abitazioni occupate da nuclei familiaricon un massimo di n. 2 componenti ed un reddito complessivo lordo da lavorodipendente o di pensione non superiore a € 7.746,85 se unico occupante ed € 13.169,65 se due componenti;
c) riduzione del 25% sia per la parte fissa che per la parte variabile dellatariffa delle utenze domesticheper le abitazioni occupate da nuclei familiari con la presenza di portatori di handicap (con invalidità civile al 100%) ed un reddito complessivo lordo da lavoro dipendenteo di pensione non superiore a € 7.746,85 se unico occupante, con l'aggiunta di€5.422,80 lorde per ogni ulteriore componente;
d) riduzione del 25% sia per la parte fissa che per la parte variabile dellatariffa delle utenze domestiche per le abitazioni occupate da nuclei familiaricomposti da 6 o più componenti ed un reddito complessivo lordo da lavorodipendente o di pensione non superiore a €28.921,59 nel caso di sei componenticon l'aggiunta di € 4.389,88 per ogni ulteriore componente.

Art. 10 - Cumulabilità di riduzioni ed agevolazioni
1. In nessun casola somma delle riduzioni e delle agevolazioni ottenibili sia dalle utenzedomestiche che non domestiche, su base annua, può superare la soglia del 70%deltributo dovuto

 

RIDUZIONI ED ESENZIONI:

Art.8 - Riduzioni ed esenzioni

1. Il tributo è ridotto al 40%, sia per la quota fissa che per la quota variabile della tariffa, nei casi in cui il servizio di gestione dei rifiuti sia istituito od attivato, ma la distanza del punto più vicino di raccolta per le frazioni "secco ed organico" superi i 500 metri, restando escluse dal calcolo delle distanze i percorsi su proprietà privata.

2. L'interruzione temporanea del servizio di gestione dei rifiuti per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi non comporta esonero o riduzione della tariffa. Nel caso in cui tale interruzione superi la durata continuativa di 30 gg. lavorativi, e ciò abbia determinato una situazione riconosciuta dall'autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all'ambiente, il tributo è dovuto applicando alla parte variabile della tariffa una riduzione di 1/12 (un dodicesimo) per ogni mese di interruzione.

3. A favore delle utenze domestiche che dichiarano di provvedere al compostaggio domestico, è concessa una riduzione pari al 20% per la quota variabile e quota fissa della tariffa, da applicarsi in sede di versamento a conguaglio. Per beneficiare della riduzione il contribuente è tenuto alla presentazione, a pena di decadenza, di apposita dichiarazione all'ente gestore del servizio, che potrà verificare l'effettivo utilizzo di tale modalità di smaltimento.

4.Per i locali e le aree delle utenze non domestiche, adibiti ad attività stagionali e periodiche e, pertanto, occupati o detenuti in modo non continuativo ma ricorrente e per un periodo complessivo nel corso dell'anno non superiore a sei mesi, risultante dal titolo autorizzativo dell'attività, si applica la tariffa della categoria corrispondente. Il tributo viene calcolato secondo le modalità di cui ai commi 3 e 4 dell'art. 15.

5.Per i locali e le aree delle utenze domestiche non residenti che vengono occupati o detenuti in modo non continuativo ma ricorrente è prevista l'applicazione di un coefficiente di riduzione del tributo pari al 30% sia sulla parte fissa che sulla parte variabile della tariffa.

6.Per le utenze non domesticheil tributo e' ridotto, per la sola quota variabile, proporzionalmente alle quantità di rifiuti assimilati che il produttore, mediante esibizione dei formulari o attestazione rilasciata dal soggetto che effettua l'attività di recupero, comprova di avere avviato al recupero medesimo.
Laquota variabile del tributo non è dovuta per la parte che si ottieneapplicando al totale della stessa la percentuale corrispondente alrapporto tra la quantità di rifiuti assimilati effettivamenteavviati al recupero e la relativa quantità complessiva sulla basedei coefficienti di produzione per la specifica categoria.
Lariduzione, che comunque potrà essere determinata fino al 60% dellaparte variabile del tributo, è calcolata sulla base della quantitàeffettivamente avviata al recupero, rapportata ai coefficienti diproduzione per la specifica categoria. Nelcalcolo si considerano esclusivamente i rifiuti assimilati agliurbani avviati al recupero senza avvalersi del servizio pubblico ed acura e spesa del produttore

7.Per i soggetti esercenti attività agrituristiche, per le quali sia comprovata l'autorizzazione all'attività limitata nell'anno, è riconosciuta una riduzione della parte variabile pari ad 1/365 del tributo dovuto per ogni giorno in cui l'attività è esclusa.

8.Alle utenze non domestiche inattive o con accertata sospensione di attività o non ancora iniziata attività, è concessa una riduzione pari al 100% della parte variabile della corrispondente tariffa del tributo. Tale situazione dovrà essere comprovata mediante presentazione di apposita documentazione attestante la condizione di inutilizzo dei locali. La riduzione sarà riconosciuta per un periodo massimo di 6 mesi e potrà essere rinnovata a fronte di presentazione di nuova richiesta documentata.

9.Per gli esercizi commerciali, artigianali e per le attività assimilabili alle medesime, perchè basate anch'esse sul richiamo della clientela effettuato con l'apposito allestimento dello spazio vetrina, è prevista la riduzione al 50% del tributo, sia per la quota fissa che per la quota variabile se situati in zone con limitazioni al traffico o con viabilità a senso unico o alternato, ovvero in piazze ed aree pedonali ove si riscontrino limitazioni alla fruibilità degli spazi pubblici, a causa dello svolgimento di lavori per la realizzazione di opere pubbliche che si protraggono per oltre sei mesi. La durata delle opere fa riferimento alla data di inizio e chiusura del cantiere.

10.Ai contribuenti che esercitano, a titolo principale, attività di Bar, gelateria o attività di commercio al dettaglio di prodotti del tabacco, già in possesso del riconoscimento Slot freE-R rilasciato dal Comune di Castelnovo di Sotto, che non hanno installato e non installeranno apparecchi di video poker, slot machine, videolottery o altri apparecchi con vincita in denaro, è applicata una riduzione del 20% sia sulla parte variabile che sulla parte fissa della tariffa del tributo.

11. Per le utenze domestiche che attuano il conferimento differenziato presso i CDR (Centri Di Raccolta) dotati di sistema che permette di quantificare i conferimenti delle singole utenze, sono previsti incentivi con la formula dello sconto, disciplinato secondo i seguenti criteri:
- il riconoscimento dell'utente avviene attraverso la tessera sanitaria dell'intestatario della TARI e la quantificazione dei materiali conferiti avviene attraverso la contabilizzazione del numero di pezzi conferiti.
- il sistema informatizzato registra ogni accesso ed assegna i relativi punteggi al fine di ottenere uno sconto sulla bolletta TARI dell'anno successivo all'anno di conferimento.
- i materiali conferiti ai CDR da contabilizzarsi ai fini della "premialità" sono:

1) Rifiuti di apparecchiatureelettriche ed elettroniche (di seguito RAEE), solose completi di tutti i loro componenti:
RAEE1, per esempio: Frigoriferi, congelatori
RAEE2 grandi bianchi, per esempio: (lavatrici, lavastoviglie)
RAEE3, per esempio: Tv, monitor
RAEE4, per esempio: piccoli elettrodomestici
RAEE5, per esempio: fonti luminose (lampadine, tubi al neon)
2) A ltrimateriali :
Oliovegetale (oli di frittura)
Oliominerale (olio motore autoveicoli)
Accumulatori(batteria al piombo per autoveicoli e motocicli, ma non pile comuni)
Ingombranti.Questa categoria comprende indicativamente:
-reti letto
-materassi
-armadi
-comodini
-comò
-pezzi di mobili arredo componibili
-arredi diversi solo se presentano tutte le dimensioni uguali omaggiori di 1 m x 1m x 0,5m profondità
- perla determinazionedegli sconti erogati alle utenze viene definit o un punteggio il cui valore saràdeterminato con specifico atto adottato annualmente dalla GiuntaComunale, all'interno dei valori minimi e massimi di seguito indicat i:




-Il punteggio ottenuto può dare origine a sconti sino ad un massimodel 30% della parte variabile della tariffa.
-la scontistica viene accumulata nell'anno solare e non ècumulabile su più esercizi .
-lo sconto viene riconosciuto sulla bolletta/fattura dell'annosuccessivo.

Tipologia materiali
unità di misura
Punti da assegnare
 
Valore in €
 
 
minima
max
(100 punti = 0,15 €)
RAEE 1, esempio linea freddo
numero
1000
2400
1,50 - 3,6
RAEE 2 grandi bianchi
numero
500
3900
0,75 - 5,85
RAEE 3 Tv, monitor
numero
300
1000
0,45 - 1,5
RAEE 4 Piccoli elettrodomestici
numero
150
560
0,22 - 0,84
RAEE 5 fonti luminose
numero
30
250
0,045 - 0,375
Olio vegetale (oli di frittura)
litri
200
450
0,30 - 0,675
Olio minerale (olio motore autoveicoli
litri
150
400
0,225 - 0,6
Accumulatori
numero
100
300
0,15 - 0,45
Ingombranti grandi dimensioni (libreria, divano, letti, materassi, ecc)
numero
500
2400
0,75 - 3,6
 

Note


Modulistica e regolamenti