1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto - Testata per la stampa
Contenuto della pagina

Intitolazione di luoghi pubblici a tre grandi "drivers" castelnovesi

Castelnovo di Sotto è sempre stata la patria dei cavalli. Uno degli appuntamenti più importanti dell'anno è infatti quello della Fiera dei Cavalli che si svolge ogni anno la seconda settimana di aprile, e forte è la passione che regna in paese legata al mondo dell'equitazione.
Anche dalla politica arriva un segnale importante in questa direzione: tutti i gruppi consiliari ("Partito Democratico", "Ora o mai più-ForzaItalia", "Castelnovo Bene Comune" e "Movimento 5Stelle") hanno infatti presentato e approvato una mozione con l'obiettivo di impegnare il sindaco e la giunta comunale a intitolare, in un prossimo ambito urbano d'espansione, non appena ve ne sial'opportunità, una via, una piazza o un parco a tre figure castelnovesi chehanno fatto la storia del trotto nazionale e internazionale, a perenne ricordodel loro operato.
Si tratta di Paolo Iemmi,Sergio Brighenti e William Casoli (tutti nati a Castelnovo Sotto) che nella loro carriera di "drivers" hanno ottenuto risultati che consentono di inserirli nell' "olimpo" dei grandissimi di questo sport.


William Casoli (nato il 9 giugno 1924 e morto a Milano il 16 novembre 2009,soprannominato "Il professore") si è ritirato con 3.897 vittorie in carriera, delle quali 175 in grandi premi tra cui 5 Derby, 7 Gp Europa, 7 Gp Nazionale, 6 Gp Triossi, 6 Gp Mangelli e che il suonome è legato soprattutto alla Scuderia Orsi Mangelli di cui è stato allenatore-guidatore per 32 anni ma anche alla Scuderia Capricorno che ebbe in Lemon Dra il cavallo-simbolo.

 




Sergio Brighenti (nato il16 maggio 1921 e morto a Milano il 4 gennaio 1990 e soprannominato "Il pilota") è stato uno dei più famosi e importanti driver italiani, con una brillante carriera sportiva legata soprattutto ai cavalli Tornese e Delfocon i quali, alla fine degli anniCinquanta, riuscì a conquistare tutti i Gran premi italiani e numerosi trofeiinternazionali per un totale di oltre 5mila successi.

 



Paolo Iemmi (nato il 6 giugno1894 e morto a Bologna il 6 dicembre 1984) ha dedicato la sua vita ai cavalli e al trotto, diventando l'unico caso di guidatore che ha insegnato la professione a tanti allievi divenuti in seguito famosi campioni (tra cui proprio Casoli e Brighenti, nonchè il bolognese Walter Baroncini) e che ha allenato, corso e vinto fino all'età di 83 anni. Considerato il decano dei guidatori di trotto italiani, ha trascorso tutta la vita presso l'ippodromo bolognese dell'Arcoveggio.