1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto - Testata per la stampa
Contenuto della pagina

L'Istituto comprensivo Marconi all'avanguardia nella tecnologia digitale

Tre progetti, negli ultimi due anni, hanno permesso all'istituto comprensivo "Marconi" di Castelnovo Sotto di migliorare in maniera sensibile la qualità del proprio percorso di apprendimento e insegnamento grazie a nuove tecnologie arrivate a seguito della vittoria di bandi previsti dal Piano nazionale scuola digitale.
Sabato mattina, nell'aula magna, la dirigente scolastica Maria Elena Torreggiani ha illustrato nel dettaglio le nuove dotazioni, con tanto di dimostrazioni pratiche da parte degli alunni. Il percorso dell'istituto castelnovese (composto dalla scuola primaria e dalla scuola secondaria di primo grado) è partito da lontano, quando i rappresentanti del consiglio comunale dei ragazzi, un paio di anni fa, avevano proposto al sindaco Maurizio Bottazzi l'idea di dotare tutte le aule delle due scuole di lavagne interattive, le cosiddette Lim. Così, una fattiva collaborazione tra pubblico e privato - che ha visto coinvolte l'amministrazione comunale, il Gruppo Sportivo Marconi, le aziende Speroni, Donelli, Landi, Zeta Sport, Bianchi e i Lions di Sant'Ilario - nel giro di alcuni mesi ha permesso di ammodernare tutte le 32 aule.
L'istituto castelnovese ha poi scelto di partecipare a un bando Pon finalizzato alla realizzazione delle infrastrutture Lan e Wlan: il progetto (poi risultato vincitore) ha permesso di implementare la rete nella scuola secondaria di primo grado, con un investimento di 15mila euro. A questa cifra si sono poi aggiunti altri 6mila euro messi a disposizione dall'amministrazione comunale che ha permesso lo stesso intervento nella scuola primaria. Vincente si è rivelato anche il progetto presentato dalla scuola per un altro bando Pon, questa volta mirato alla realizzazione di un'aula digitale ad alto impatto tecnologico, con un tetto di spesa di 21mila euro. Quest'aula - presentata sabato ai genitori, con le dimostrazioni degli alunni - è stata dotata di una lavagna interattiva, di 24 tablet e anche di una stampante 3D.
Infine, la dirigente scolastica ha annunciato che l'istituto è risultato vincitore anche di un bando del Ministero finalizzato alla realizzazione di un atelier digitale per la scuola primaria, i cui fondi (15mila euro) arriveranno nei prossimi mesi.
"Sono stati ottenuti grandi risultati - ha spiegato la dirigente scolastica - che hanno permesso di modificare in maniera decisiva le nostre scuole. Un risultato avvenuto per piccoli passi, grazie al lavoro e alle idee del corpo docente e alla sensibilità dell'amministrazione comunale e del mondo imprenditoriale e del volontariato castelnovese. Siamo tra le pochissime scuole della provincia ad aver vinto tre bandi". "Non posso che complimentarmi - ha aggiunto il sindaco Maurizio Bottazzi - per il grande lavoro svolto dalla scuola e che ha portato grandi innovazioni. L'amministrazione appoggia questi progetti, in quanto destinati al bene dei ragazzi: a dimostrazione della considerazione che nutriamo verso l'istruzione, il fatto che la più ampia fetta del bilancio è stata dedicata proprio alla scuola".