1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto - Testata per la stampa
Contenuto della pagina

Il museo delle tappatrici d'epoca

Immagine dell'interno del museo
Immagine dell'interno del museo

Informazioni generali

Le "tappatrici" sono quegli strumenti utilizzati per "mettere il tappo alle bottiglie di vino", che nella nostra zona equivale a dire, soprattutto, "lambrusco" o "malvasia", i vini certamente più rinomati, imbottigliati e "bevuti" nella nostra Provincia.
Il museo delle "tappatrici d'epoca" raccoglie più di trecento imbottigliatrici di ogni tempo e provenienza e in Italia costituisce una vera rarità.
Artefice del singolare quanto "romantico" museo è un artigiano in pensione, Silvano Perseguiti, che da anni colleziona con cura questi macchinari, animato da grande passione e dalla volontà di non disperdere un aspetto così caratteristico della nostra tradizione e del nostro territorio.
Le più antiche tappatrici del museo risalgono addirittura alla fine del '600, passando attraverso i secoli per arrivare poi a quelle più moderne, dell'inizio del '900.  Ve ne sono di francesi, belghe, tedesche ma - tiene a sottolineare Perseguiti - quelle di migliore fattura sono quelle "nostrane", molte delle quali erano utilizzate proprio nelle campagne di Castelnovo Sotto.
 
L'aspetto curioso di queste attrezzature è che Perseguiti, che ha un passato da meccanico, le ha dotate tutte di un motorino (quasi sempre ricavato da quello dei tergicristalli delle auto) che, premendo un tasto, si attiva e ne mostra il funzionamento. Alcune le ha persino corredate di pupazzi che, in azione, mostrano alcune fasi della raccolta del vino, come ad esempio la pigiatura dell'uva. Ma i macchinari in mostra non servivano soltanto a tappare: vi sono anche apparecchi per imbottigliare, lavare, gasare, ingabbiare e etichettare. Un vero "paradiso" per chi ama le tradizioni e vuole rituffarsi nel passato contadino. Tra le ultime novità, i macchinari che ritraggono l'attività dei casari, intenti a fare il formaggio.

Il museo è davvero una perla preziosa del nostro territorio, una tappa importante di un percorso più vasto che, partendo dalla nostra memoria, dalla nostra storia e dalle nostre tradizioni rimette al centro la nostra Comunità. 

Il museo si trova:
in Viale della Repubblica 4, a Castelnovo di Sotto, presso l'abitazione di Silvano Perseguiti (in centro a Castelnovo Sotto, proprio di fronte alle scuole). 
Visite su appuntamento, telefonando al numero 0522/682018.

 

Altre immagini del museo