1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto

Comune di Castelnovo di Sotto - Testata per la stampa
Contenuto della pagina

Tributi: l'imposta di bollo su istanze e dichiarazioni sostitutive

Di norma, tutte le istanze rivolte alla pubblica amministrazione - tendenti ad ottenere l'emanazione di un provvedimento amministrativo o il rilascio di certificati, estratti, copie conformi e simili - sono soggette all'apposizione dell'imposta di bollo, come previsto dall'art. 3 della tariffa di cui al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, indipendentemente dal regime previsto per la sottoscrizione delle istanze medesime, salvo che non sia prevista una specifica ipotesi di esenzione.
Ad esempio, gli atti, i documenti, le istanze, i contratti nonché le copie, anche se dichiarate conformi, estratti, certificazioni, dichiarazioni e attestazioni poste in essere o richiesti da organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS), dalle federazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dalle organizzazioni di volontariato ai sensi della L. 266/91 (ODV) sono ESENTI dall'imposta di bollo.
Al contrario, le Associazioni di Promozione Sociale (APS) CHE NON SIANO ANCHE ONLUS,devono pagare il bollo.
L'istanza di accesso ai documenti amministrativi non è soggetta all'imposta di bollo, salvo il caso in cui sia finalizzata ad ottenere, anzichè copia semplice, copia autentica di un documento. In tale caso permane l'obbligo di apposizione del bollo sia sulla richiesta di accesso che sulla copia conforme rilasciata.

Ai sensi dell'art. 37 del D.P.R. 445/00, non sussiste invece l'obbligo di apposizione del bollo per le dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà.
 
Per verificare TUTTE le ipotesi di esenzione, basta consultare la Tabella B allegata al DPR 642/1972 che disciplina, appunto, la materia.

 

ATTENZIONE alle responsabilità!

  • Tutti gli uffici della Pubblica Amministrazione, e quindi anche quelli comunali, NON POSSONO RIFIUTARSI DI ACCETTARE UN ATTO NON IN REGOLA CON L'IMPOSTA DI BOLLO, MA HANNO L'OBBLIGO DI INVIARLO ALL'UFFICIO DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE COMPETENTE ENTRO 30 GIORNI (in caso contrario sono responsabili in solido).
  • Pertanto, quando si inoltra una istanza a una Pubblica Amministrazione, per svincolarsi dalla responsabilità di evasione dell'imposta di bollo è necessario CITARE ESPRESSAMENTE SUL DOCUMENTO L'USO E L'ARTICOLO DELLA TABELLA B DEL DPR 642/1972 O DELLA LEGGE SPECIALE CHE PREVEDE L'ESENZIONE DALL'IMPOSTA DI BOLLO.